MARTEDÌ DELLA IV SETTIMANA DI PASQUA

Prima Lettura   At 11, 19-26
Cominciarono a parlare anche ai Greci, annunciando che Gesù è il Signore.

Dagli Atti degli Apostoli
In quei giorni, quelli che si erano dispersi a causa della persecuzione scoppiata a motivo di Stefano erano arrivati fino alla Fenicia, a Cipro e ad Antiòchia e non proclamavano la Parola a nessuno fuorché ai Giudei. Ma alcuni di loro, gente di Cipro e di Cirène, giunti ad Antiòchia, cominciarono a parlare anche ai Greci, annunciando che Gesù è il Signore. E la mano del Signore era con loro e così un grande numero credette e si convertì al Signore.
Questa notizia giunse agli orecchi della Chiesa di Gerusalemme, e mandarono Bàrnaba ad Antiòchia. Quando questi giunse e vide la grazia di Dio, si rallegrò ed esortava tutti a restare, con cuore risoluto, fedeli al Signore, da uomo virtuoso qual era e pieno di Spirito Santo e di fede. E una folla considerevole fu aggiunta al Signore.
Bàrnaba poi partì alla volta di Tarso per cercare Sàulo: lo trovò e lo condusse ad Antiòchia. Rimasero insieme un anno intero in quella Chiesa e istruirono molta gente. Ad Antiòchia per la prima volta i discepoli furono chiamati cristiani.


Vangelo   Gv 10, 22-30
Io e il Padre siamo una cosa sola.

Dal vangelo secondo Giovanni
Ricorreva, in quei giorni, a Gerusalemme la festa della Dedicazione. Era inverno. Gesù camminava nel tempio, nel portico di Salomone. Allora i Giudei gli si fecero attorno e gli dicevano: «Fino a quando ci terrai nell’incertezza? Se tu sei il Cristo, dillo a noi apertamente».
Gesù rispose loro: «Ve l’ho detto, e non credete; le opere che io compio nel nome del Padre mio, queste danno testimonianza di me. Ma voi non credete perché non fate parte delle mie pecore. Le mie pecore ascoltano la mia voce e io le conosco ed esse mi seguono. Io do loro la vita eterna e non andranno perdute in eterno e nessuno le strapperà dalla mia mano. Il Padre mio, che me le ha date, è più grande di tutti e nessuno può strapparle dalla mano del Padre. Io e il Padre siamo una cosa sola».

COMMENTO
  • La Chiesa cresce, nasce la comunità di Antiochia, la capitale della provincia romana di Siria, la terza città dell'Impero romano.
  • Perché cresce? Per l'attività evangelizzatrice di alcuni cristiani che avevano lasciato Gerusalemme a causa della persecuzione, seguita alla morte di Stefano. Solo per questo? Certo anche per questo, ma non solo per questo. Infatti la mano del Signore era con loro...[Barnaba] vide la grazia del Signore. E' IL SIGNORE CHE OPERA ATTRAVERSO GLI EVANGELIZZATORI. Anche oggi. Se gli evangelizzatori ci sono, e adempiono adeguatamente il loro compito (domenica scorsa era la giornata mondiale di preghiera per le vocazioni).
  • Come si costituisce una comunità cristiana? Solo perché un gruppo di persone stabiliscono rapporti di amicizia fra loro? Non solo. ma primariamente perché aderiscono al Signoreun gran numero si convertì al Signore...restare fedeli al Signore...una folla considerevole fu aggiunta al Signore. E' l'adesione al Signore che genera un autentico rapporto di comunione fra i credenti. CHIEDIAMOCI: FORMIAMO COMUNITÀ PERCHÉ SIAMO PERSONE SIMPATICHE GLI UNI AGLI ALTRI, ABBIAMO GLI STESSI GUSTI, FACCIAMO VIAGGI INSIEME, ANDIAMO AL CINEMA INSIEME? SOLO PER QUESTO? TUTTO QUESTO E' BELLISSIMO, MA E' LA CONSEGUENZA, L'ESPRESSIONE CONCRETA DI UNA UNITA' PIÙ PROFONDA: L'ADESIONE A CRISTO.
  • Chi è Gesù? Il Messia, certo, ma non solo: Io e il Padre siamo una cosa sola, Gesù afferma la sua condizione divina, la sua comunione totale con il Padre.
  • Egli infatti compie le opere (=la volontà) del Padre, dona la vita eterna (=la vita di figli di Dio) a quanti lo ascoltano e lo seguono. ASCOLTARE GESÙ, SEGUIRE GESÙ E' GARANZIA DI SALVEZZA, cioè percorrere la strada giusta, per realizzare nel modo più vero la nostra vita, evitando disastrosi fallimenti individuali e sociali.

        Piattaforma diocesana
   per i giovani - #sharethecare

sharethecare.jpg

            logo_giovani_UP12.png   
    Unità Pastorale Giovanile 12 

                Instagram_2.png             Facebook logo 36x36

Logo rettangolare cottolengo